Chi è Lima Azimi? La “ragazza afghana” che corre coperta!

Lima Azimi, la ragazza afghana che nel 2003 a Parigi in occasione dei mondiali di atletica, si è trovata quasi d’improvviso ai blocchi di partenza per disputare i 100 m.

Lei, con le sue scarpe nuove acquistate il giorno prima, con una grossa maglia grigia e dei pantaloni lunghi, senza sponsor, senza tatuaggi sulle natiche per ottenere qualche inquadratura in più, timida e spaventata per non aver mai visto i blocchi di partenza!

è l’unica che corre coperta!

Ma la corsa non può iniziare! Lei non sà nemmeno come ci si posiziona ai blocchi di partenza!

Proprio in momenti come questi sarebbe stato emozionante se le vere atlete, in nome dello spirito sportivo, fossero state solidali con la piccola atleta afghana spiegandole come posizionarsi,

invece no! Sono tutte troppo concetrate su se stesse e su quella occasione da non perdere!

Così è toccato ai giudici di gara avvicinarsi a Lima per spiegarle il corretto posizionamento di mani e piedi,

Chi è Lima Azimi La ragazza che corre coperta!

La “ragazza afghanacoperta ed impacciata si posiziona,

sente lo start…PARTE !!!

I 100 m sono già finiti. E’ arrivata ultima con 18″37, un secolo dopo le altre atlete, che ovviamente non si sono fermate ad aspettarla al traguardo nemmeno per un applauso di incoraggiamento.

Poco importa a Lima, in fin dei conti lei non voleva vincere la medaglia dei mondiali:

“Sono qui affinchè le altre ragazze afghane seguano il mio esempio” – dice -: “ce ne sono tante che amano lo sport e vorrebbero praticarlo. Ora guardando me correre capiranno che anche loro potranno farlo”.

E’ tornata a Kabul come l’ultima tra le velociste, ma è riuscita a dare grande dimostrazione di coraggio diventando il simbolo dell’emancipazione femminile per le donne con il burqa.

Grazie alla storia della “ragazza afghana” che corre coperta abbiamo compreso come conquistare la medaglia della LIBERTA’ sia più importante che vincere un mondiale!